Quando si dice che è il dettaglio a fare la differenza. Ancora meglio se il dettaglio in questione è grande, sfacciato e chiassoso. Il trend dei dettagli vistosi, noto da qualche tempo nel mondo della moda per adulti, è arrivato anche nell’universo kidswear – che rappresenta probabilmente l’habitat migliore per il proliferare di questa tendenza e lo ritroviamo non solo nei vestiti eleganti ragazzina ma soprattutto nei capi casual-chic di bambini e ragazzi.

È partita dalle “sliders” – cioè le ciabatte basse a fascia. Solitamente indossate in piscina, sono state riproposte dai grandi marchi sportivi più seguiti come Nike, Adidas, Puma, in questa versione logata che, per quanto abbastanza classica, ha subito conquistato il cuore di tutti gli insider del mondo della moda. Dalla ciabattina nera con lo “swoosh” alla versione super lussuosa (possibilmente con inserto in pelliccia) di Gucci, il passo è stato breve – e comodo.

E, finalmente, care mamme fashioniste, grandi loghi e scritte a pattern ripetuto sono approdati anche nella moda bambino. Iconici brand come Pyrex e BOY London – che tra l’altro è un marchio storico, sul mercato addirittura dagli anni ’80 – hanno introdotto intere collezioni nelle taglie più piccole, comprensive anche di linea mare e accessori abbinati come zainetti e borse.

Grande ritorno sulle note degli statement details anche per Diadora, che per la PE 2019 ha deciso di incorporare il suo logo classico in stampa ripetuta ad elementi particolari come le stampe floreali in colori accesi per la collezione girl. Un tripudio di crop tops, minibomber e shorts che combinano il carattere sportivo del marchio con una certa femminilità dei capi. Il giusto mix quindi per essere trendy in ogni occasione. Stessa alchimia di elementi ovviamente anche per la linea boy – e si sa che, nel caso dei maschietti, riuscire a rendere chic un capo sportivo come la tuta può risultare un’impresa ardua. La svolta sempre nei dettagli, in questo caso una combinazione riuscita di tessuti tipicamente sportivi come l’acetato e il jersey delle canotte da basket con il cotone, per creare non un dettaglio ma IL dettaglio giusto.

Concludiamo con una vera e propria regina dei dettagli sfacciati, la seguitissima Chiara Ferragni. Dopo l’ormai consolidata linea donna di scarpe, accessori e vestiti, l’imprenditrice digitale ha inaugurato anche una collezione “kid” di capi tutti contraddistinti – ovviamente – dal suo famoso logo a forma di occhio. Che ci sia lo “zampino” del suo piccolo Leone dietro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *